Telde

4 marzo 2014 Non attivi Di davide


Telde è la seconda città dell’isola, se si escludono le megalopoli turistiche.
Attraversata, la certamente non bella zona industriale, si arriva a questa città con un grazioso centro storico.
Telde è suddivisa in tre quartieri: San Juan, San Gregorio e San Francisco, sicuramente il più grazioso.

{loadposition rettangolo}

Il primo barrio, San Juan, deve il suo nome alla chiesa di San Giovanni Battista costruita in pietra lavica nel XV secolo, dove si trova una splendida pala d’altare fiamminga di legno lavorato e dorato del XVI secolo e una statua di Cristo del Cinquecento realizzata con un gesso derivato dalle pannocchie di granoturco, dono degli indiani Tarasco messicani.

Il distretto di San Gregorio, era in origine un villaggio di schiavi operai, neri e mori, che lavoravano nelle piantagioni di canna. Continuando da qui verso sud, si raggiunge la necropoli guancia di Quatro Puertas.

Infine, il distretto di San Francisco con le sue stradine acciotolate racchiuse da case imbiancate a calce, ospita l’omonimo convento, decorato con rivestimenti in legno riccamente scolpiti.

Telde è una città e una municipalità nella parte orientale dell’isola di Gran Canaria.

E’ il secondo comune più popoloso dell’isola, con una popolazione di 102.170 (2013). La sua superficie è 102,43 km². La città Telde si trova a 4 km dalla costa e 16 km a sud della capitale dell’isola Las Palmas.

L’autostrada GC-1 passa ad est della città. L’aeroporto internazionale di Gran Canaria si trova nella suddivisione di Gando, a sud di Telde.

Prima dell’invasione spagnola Telde era il centro orientale dei Guanci che popolavano l’isola, e si crede che Doramas, uno dei più importanti capi della resistenza contro l’invasione spagnola, sia vissuto qui.

I primi archivi redatti al momento della conquista, indicano che circa 14.000 locali, abitassero qui, Telde è anche il luogo in cui è stata scoperta la celebre figura dell’Idolo de Tara ospitato nel Museo Canario a Las Palmas.

Creata per decreto pontificio nel 1351, oggi Telde è la seconda città della Gran Canaria, con una popolazione di oltre 100.000 abitanti.

La zona della città vecchia di Telde è particolarmente popolare tra i visitatori.

In passato, Telde era una comunità agricola, le principali colture erano canne da zucchero, vigneti, banane e pomodori. Oggi, l’area circostante a Telde è diventata la più fiorente zona industriale dell’isola.

 

Playa de Melinara

Playa de la Garita